8 dicembre in campo a Busto Arsizio per la Reale Mutua Fenera Chieri ’76

È già tempo di tornare in campo per la Reale Mutua Fenera Chieri ’76. Archiviate le due vittorie interne contro Trentino e Bergamo, Perinelli e compagne sono attese domani, 8 dicembre, dal recupero della 10ª giornata contro l’Unet E-Work Busto Arsizio. L’appuntamento è alla E-Work Arena di Busto Arsizio, con fischio d’inizio alle ore 18.
Quello di domani è il secondo confronto ufficiale in questa stagione fra le due squadre che già si erano affrontate in Supercoppa l’1 settembre. Curiosamente, anche allora era martedì, e anche in quella circostanza Chieri aveva giocato in casa il sabato contro Bergamo imponendosi 3-0. Il match terminò 3-1 per le bustocche, con tante sensazioni positive da parte delle biancoblù a dispetto della sconfitta.
La squadra lombarda arriva alla partita dopo la “bolla” di Champions League che da martedì a giovedì scorsi l’ha vista impegnata a Scandicci, mentre l’ultima partita disputata in campionato risale al 28 novembre (vittoria per 2-3 a Perugia). Al pari di Chieri, anche a Busto manca un altro recupero per completare il girone d’andata. In classifica ha 10 punti (tre vittorie e sette sconfitte) ed è a caccia dei punti che le darebbero la qualificazione alla Coppa Italia.
Ex dell’incontro da un lato Francesca Villani, Kaja Grobelna e Francesca Bosio, dall’altro Jordyn Poulter. Una menzione d’obbligo anche per Marco Musso, chierese e figlio del dirigente biancoblù Umberto, fresco di promozione a primo allenatore delle bustocche dopo l’interruzione del rapporto con Marco Fenoglio.
Tutti i cinque precedenti in A1 fra i due club sono appannaggio di Busto che ha sempre conquistato l’intera posta in palio.

«Con Trento e Bergamo sono state due vittorie importanti, ci volevano, al di là della classifica: dopo essere state ferme a lungo serviva un’iniezione di fiducia per riprendere dove avevamo lasciato – il commento di Francesca BosioA Busto ci aspetta una partita difficile. Loro sono una squadra di assoluto valore, anche se la classifica ancora non lo rispecchia. Dovremo scendere in campo come nelle ultime due partite, con la giusta determinazione, per cercare di metterle in difficoltà dall’inizio e cercare di impostare il nostro gioco. Sarà importante battere bene, per cercare di non far avere palla in testa a Jordyn che sappiamo come può farle viaggiare. Sarà altrettanto importante il nostro muro-difesa: murare bene, difendere tanto, rigiocare».
Già insignita più volte quest’anno del premio di MVP, la palleggiatrice biancoblù si dice «Ovviamente molto felice dei premi ricevuti, ma il merito va alle mie compagne che mi aiutano tanto, e a tutto il lavoro che facciamo in palestra. Sono molto contenta per me e anche per i risultati che stiamo ottenendo come squadra. Speriamo di continuare così».

Fonte : LegaVolley Femminile – NEWS