Serie A2 femminile, Valle Maira promossa in A

Anche il campionato di serie A2 femminile ha concluso la fase di qualificazione con la disputa della settima ed ultima giornata, consegnando alla Valle Maira il biglietto d'ingresso al massimo campionato. A farle compagnia sarà la vincente della sfida fra la seconda classificata, Costigliolese, e la terza, Centallese. Questo il responso al termine di un avvincente corsa iniziata domenica 9 febbraio. La Valle Maira è riuscita a spuntarla sulla Bisalta partendo dal 4-0 iniziale e capitalizzandolo con i due punti raccolti sia nel secondo che terzo turno. La sconfitta della Bisalta ha favorito le donne di Centallo che, superando la Bovesana, hanno raggiunto in classifica la formazione del tecnico Sergio Dalmasso ed hanno potuto usufruire del miglior scontro diretto. Nulla

Serie AM, definita la griglia dei playoff

La settima ed ultima giornata della regular season del massimo campionato maschile ha emesso le prime sentenze. Gli incontri di semifinale dei playoff opporranno la prima classificata, Valle Maira, alla quarta, Vita Nova, mentre il San Giacomo, secondo, affronterà la Bovesana, finita terza. Per contro lo spareggio playout vedrà difronte Auxilium e Costigliolese, rispettivamente sesta e settima classificate; la perdente retrocederà insieme alla già condannata CPSampierdarena. Gli ultimi incontri di qualifica hanno visto Valle Maira e San Giacomo lasciare poco spazio alle rispettive avversarie. I droneresi sono passati dal 4-0 all'8-2 e dominare nelle individuali. Gli imperiesi al termine del secondo turno avevano già acquisito il successo grazie al parziale di 10-0. Più contrastato il match fra Bovesana e Vita

Serie A2 femminile, ultime avvincenti sfide

Anche sul campionato di serie A2 femminile cala il sipario sulla prima parte riservata alla fase di qualificazione. Domani, domenica 26 luglio, si consuma infatti la settima ed ultima giornata sui campi dell'organizzatrice Bovesana, dove a partire dalle 14.30 dirigerà l'arbitro Luciano Fiandino con la collaborazione di Stefano Aimar. Le capolista Valle Maira e Costigliolese vanno a caccia del primo posto che significa promozione diretta, affrontando rispettivamente La Bisalta e Biarese. L'incertezza è legata pure al secondo e terzo posto che vogliono dire spareggio promozione. Molto dipenderà dal risultato della Bisalta, attuale terza in classifica. Un punto le garantirebbe la disputa dello spareggio. Qualora dovesse perdere, sarà lo scontro fra Centallese e Bovesana a decidere chi dovrà affrontare Valle Maira

Alla Canottieri Flora la ripartenza dei giovani della Raffa

Le bocce giovanili lombarde, e non solo, ripartono da Cremona, sabato 25 luglio, con una manifestazione ad invito organizzata dalla società "Canottieri Flora": la quarta edizione del "Trofeo Celeste Paroni". Intrigante la formula della gara: ai nastri di partenza, infatti, ci saranno 8 atleti Under 18 e altrettanti Under 15; e la competizione si svolgerà a coppie miste, senza vincolo di società. Sarà il direttore di gara, Massimo Testa, ad effettuare il sorteggio per stabilire gli accoppiamenti. Si formeranno così due quartine per le 8 formazioni di coppia, con gironi all'italiana ai punti 10. Si qualificherà per la finalissima la formazione che avrà vinto più partite nel proprio raggruppamento. "Il motto di questa gara è: Insieme per ricominciare", sottolinea Beppe Domaneschi, responsabile organizzativo

In Molise al via le gare: si riparte dalla Bocciofila Monforte Campobasso

‘Il Molise delle bocce riparte… in sicurezza’, è il claim del ritorno alle gare per il movimento boccistico molisano. Prima manifestazione post-Covid sul territorio regionale. La Bocciofila Monforte Campobasso ha organizzato per il pomeriggio di sabato 25 luglio 2020, a partire dalle ore 15, una gara a carattere provinciale, specialità coppia. Quarantadue i binomi al via, che disputeranno i gironi eliminatori sulle corsie della Monforte, del Bocciodromo Comunale Campobasso, della Bocciofila Avis Campobasso, del Bocciodromo Molisano Campobasso, del Morgione Ripalimosani e della Torre Vinchiaturo. Le finali avranno luogo, a partire dalle 18,30, sui campi all’aperto della Bocciofila Monforte. Il direttore di gara sarà Lucio Fiorella, arbitro regionale dell’AIAB Molise.  “Giocheremo nella massima sicurezza – ha affermato il presidente della FIB Molise, Angelo

“Il talento che s…boccia”: Nicole Marchetti

Classe 2003, Nicole Marchetti fa parte di quella schiera di campioncini che stanno contribuendo a rendere sempre più grande l'Italbocce della Raffa. Nata a Bassano del Grappa, l'atleta del G.B. Banca Pop. di Marostica si è distinta agli Europei Juniores dello scorso ottobre, a Gersthofen, dove ha conquistato i titoli nella specialità coppia femminile (insieme a Laura Picchio) e nella coppia mista (con Marco Principi). Prima della rassegna continentale, Nicole si era pure laureata campionessa italiana Under 18, alla Trevana, avendo superato in finale la tenace lombarda Ilaria Treccani. “Conducevo la partita 10-2 e le cose si stavano mettendo bene. Ilaria, però, è un'atleta che non molla mai, tant'è che ha ribaltato l'incontro portandosi sull'11-10. È stata dura”. Nel 2017

Il Vate e la sua passione per le bocce

Al termine della Prima Guerra Mondiale, per vendicare la “Vittoria mutilata”, Gabriele D’Annunzio, alla testa di alcune migliaia di arditi e legionari, occupò la città di Fiume. Era il 12 settembre 1919. L’avventura fiumana si concluse tragicamente nel Natale del 2020 con l’intervento del Regio Esercito. Nel centenario dell’avvenimento i media, nel parlare dell’impresa che scosse l’Europa, hanno sottolineato ancora una volta le tante e straordinarie passioni del Poeta Soldato. Tra cui lo sport. Nuoto, equitazione, scherma, boxe, calcio, golf, bocce, ciclismo, canottaggio, volo, motonautica. E non solo. “Meglio credere al corpo che all'anima” ripeteva spesso D’Annunzio. Lodò la ginnastica da camera “per non inflaccidirsi con l’avanzare dell’età”. Lo scudetto tricolore sulle maglie della nazionale lo inventò lui. Un vulcano

Serie AF: Pontedassio e Caragliese in semifinale

Così come si è condotto sin qui, il massimo campionato femminile della petanque ha rispettato la sua avvincente incertezza, e soltanto con l'ultima bocciata dell'ultima partita in corso ha consegnato i due biglietti di semifinale a Pontedassio e Caragliese, dal cui confronto scaturirà il nome della sfidante al titolo contro la scudettata San Giacomo. Erano due le partite decisive della settima ed ultima giornata di qualificazione, ma a catturare i riflettori è stato il Pontedassio, la squadra che, delle quattro prime della classe, aveva un solo risultato utile : battere la ventimigliese GSPetanque. “ Sulla carta – afferma Mariolina Zancanella, tecnico del Pontedassio – loro godevano di un tasso tecnico superiore, ma trattandosi di un quasi derby, non si sa mai

Le parole del Presidente

"Sono obbligato ad intervenire, mio malgrado, per tutelare la mia persona, più della carica nazionale che ricopro, dalle frasi ingiuriose e diffamatorie che stanno circolando sul mio conto. Parole come ladro, concussore, corruttore, compratore di elezioni, sono inaccettabili in un paese democratico e legalitario, quando il sottoscritto non è, al momento, oggetto di nessuna condanna e neppure di nessun rinvio a giudizio. E’ la seconda volta, in occasione delle elezioni nazionali, che lo scrivente subisce questo vile tentativo di gogna mediatica incentrato sempre su un episodio isolato, risalente a quasi cinque anni fa, sul quale la magistratura, viste le due istanze di opposizione della controparte, emetterà, a breve, il verdetto finale. Pertanto, le persone che non sono a conoscenza dei fatti e, soprattutto,

I quattro coordinatori d’area della FIB confermano fiducia e sostegno a De Sanctis

Claudio Vittino (Nord-Ovest), Giorgio Marian (Nord-Est), Corrado Tecchi (Centro) e Antonio Barbato (Sud), coordinatori regionali d'area della Federazione Italiana Bocce, hanno sottoscritto una missiva con cui confermano la piena fiducia a Marco Giunio De Sanctis, richiamando "il coraggio con cui il presidente federale ha avviato, insieme ai consiglieri federali e ai dirigenti territoriali, un percorso di vero rinnovamento con risultati che sono sotto gli occhi di tutti".   Di seguito la lettera firmata dai quattro coordinatori d'area della FIB.   "Non è possibile e tanto meno accettabile che a distanza di più di tre anni dall'ultima assemblea elettiva vengano date alla stampa, strumentalmente e faziosamente, alla vigilia dei rinnovi federali, notizie vecchie trite e ritrite. A Verona si è consumata la netta sconfitta dell'allora presidente uscente