Coppa del Mondo New Zealand: Record italiano per Miriam Vece

Ottima performance dell’azzurra, che chiude le qualifiche dello sprint donne 200 mt in 10.84 – Sesta piazza per Guazzini-Fidanza nel Madison.
ambridge (NZL) – L’azzurra Miriam Vece, classe 1997 originaria di Crema, mette a segno un importante traguardo sull’anello neozelandese nella quarta prova di Coppa del Mondo UCI, in corso di svolgimento a Cambridge.

Nelle qualifiche dello Sprint, sulla distanza dei 200 metri, l’azzurra è protagonista di una performance di assoluto spessore registrando un 10.84, ottavo miglior tempo. Con questo crono Miriam registra il nuovo record italiano di specialità e si migliora rispetto alla prima prova di Coppa del Mondo a Minsk, dove aveva registrato un 10.98, scendendo sotto la soglia degli 11.

Non solo. Miriam accede al turno successivo del torneo della velocità dove ha la meglio sull’avversaria, l’ucraina Liubov Sibiak. Questa vittoria permette a Miriam la conquista del pass per gli ottavi di finale. In questo turno, l’azzurra si piega all’altra ucraina, Olena Starikova terminando qui il suo torneo nello Sprint ma continuando nella sua crescita personale e accumulando punteggi importanti in chiave olimpica. L’oro è stato vinto dalla russa Anastasiia Voinova. La Vece sarà al via domani nel Keirin donne.

Dominio netto dell’Australia nel Madison donne che chiude con 42 punti davanti alla Polonia, argento con 32 punti e al Team Subway New Zealand, bronzo con 19 punti. L’Italia, con le giovani Vittoria Guazzini e Martina Fidanza, quest’ultima alla sua prima esperienza in coppa in questa specialità (e coinvolta poi in una caduta, fortunatamente senza riportare conseguenze) conclude nella sesta piazza (5 punti), accumulando esperienza fondamentale in chiave futura e dando dimostrazione di avere determinazione e la giusta sintonia per questa corsa.

Martina Fidanza si è misurata poi anche nello scratch donne in una gara che ha visto quattro atlete conquistare il giro ed andare a bersaglio sul finale. Martina, esclusa dai giochi forse anche per aver accusato i postumi della caduta precedente, chiude oltre la top ten nella gara vinta dalla padrona di casa Holly Edmondston.

Author: ciclisteEmail:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

back to top

Original Source

Lascia un commento