Defaillance casalinga nello scontro diretto con Mondoví

In un pomeriggio sferzato dal gran vento, la Sigel ha ricevuto Lpm Bam Mondovì al PalaBellina per la gara di campionato numero quindici del campionato nazionale di serie A2. Nell’ultimo dei due impegni casalinghi di fila perde senza appelli la Sigel che non ha espresso la solita espressione di pallavolo e viene superata in tre set da una diretta concorrente per la Pool Promozione, la Lpm Bam Mondovì. Questa la progressione set registratasi: [18/25; 22/25; 19/25]. Sigel resta ferma a 19 punti in 11 giornate. Invece, grande passo in avanti di Mondovì che con i suoi 18 punti si candida prepotentemente nella corsa alle posizioni di testa e a strappare un piazzamento Play/Off, discorso legittimato dalle tante gare che le restano da recuperare.
 
 
Starting-six: Davide Delmati, tecnico ospite, invia al PalaBellina il seguente schieramento: Scola in diagonale con l’ex di turno Taborelli, schiacciatrici Tanase e Hardeman, centrali Molinaro e Mazzon; libero Giulia De Nardi. 
Coach Amadio invia le seguenti diagonali riproponendo lo stesso sestetto iniziale che mercoledì si è sbarazzato di Busto: Demichelis/Soleti; Caserta/Parini; Gillis/Pistolesi; libero Vaccaro.
 
 
La Cronaca: 
Il primo punto Sigel della gara lo porta la statunitense Gillis con un mani e fuori: 1-1. In seguito un errore azzurro in fase di costruzione e la diagonale dell’ex marsalese Taborelli porta le monregalesi sull’1-3. Tanase, Molinaro e ancora Taborelli portano avanti di quattro le ospiti: 2-6. Gillis si incarica del servizio e Marsala con Parini con un grande muro riduce le distanze, firmando il terzo punto Marsala: 3-7. Due timbri consecutivi per la compagine di fuori regione (3-8) e Amadio decide di stoppare il tempo per un discrezionale. Tornati in campo ancora Mondovì a realizzare un punto e sul 3-9, Marsala opera il cambio Soleti per Mazzon. Giorgia Mazzon si presenta sul taraflex realizzando il punto del 4-9. Così le due squadre ingaggiano una piccola fase di punto a punto, rotta dalla fast di Caserta a segno per il 6-11 e da Gillis per il 7-11. Ma Mondovì nella fase centrale incrementa il vantaggio con il punto di Scola e quello di Molinaro e se ne va a debita distanza dalle locali. Così è sul 14-19 con il secondo discrezionale voluto da coach Amadio. Nel finale di set, ad un nuovo punto Sigel,  sul 15-20Delmati fa fare ingresso a Bordignon per Hardeman. Mondovì grazie al portentoso muro eretto sporca le traiettorie di tiro ed è compito agevole per la difesa rimettere in gioco i palloni attaccati da Marsala. I punti del 17-24 (su primo tempo) e del 18-24 (su muro) portano la firma di Parini. A servire il gioco capitan Demichelis che compie l’errore mandando la palla sull’out per il venticinquesimo punto Mondovì: 18-25. Un primo set insufficiente della Sigel, mai in partita, approcciatasi in modo opaco alla gara. Eloquente poi che la miglior realizzatrice per Marsala sia una centrale: Parini con 5 stampi
 
Sigel più intraprendente nel secondo set che parte senza movimenti dalla panchina. Il punto di Gillis ed errore al servizio di Scola: 2-1. Con Parini incaricata della battuta per tre volte di fila, Marsala scappa sul 5-2 (primo tempo di Caserta) e discrezionale per Mondovì. Alla ripresa del gioco per la Sigel Mazzon e due volte Gillis trovano il nuovo sostanziale allungo: 5-9. E’ Tanase a mantenere viva la sua squadra che sbaglia tanto però dalla linea del servizio (Taborelli e Hardeman), ma trova il guizzo per andare sull’11-11. Il punteggio fa come un’altalena nella fase centrale, ma è Mondovì ad andare a condurre a partire dal 13-15 trovando in Tanase un rifornimento in avanti formidabile. Sul 20-22 una sorta di tiro in movimento per Pistolesi che conclude fuori. Ma l’attaccante classe 1999 di Signe si rifà nell’azione successiva: 21-23. Arriva a compiere ancora un altro punto la Sigel, ma nell’azione del 22-24 (punto di Alessia Mazzon), Ilaria Demichelis nell’alzata fa toccare al pallone il tetto, ed è 22-25.
 
Il terzo set comincia con Caruso, nelle fila di Marsala, della partita. La fase embrionale del set è contraddistinto dall’ace di Parini e dal gran muro di Sara Caruso: 4-2. Hardeman e Molinaro replicano per il 5-4. Il set scorre con Marsala che con un doppio punto di Pistolesi va nuovamente a condurre sull’8-7. Marsala sulla situazione di 10-10 opera il cambio della diagonale d’attacco: con Nonnati e Colombano a sostituire Demichelis e Mazzon. Tanase trova il punto del sorpasso per la prima volta nel gioco di Mondovì: 11-12 Proprio da un palleggio di Colombano Gillis mette a terra il punto numero 12. Al servizio va Nonnati che però invia la palla in rete: 12-13. Dopo pochi scambi, tornano in campo Demichelis e Mazzon per Colombano e Nonnati. La Sigel non non terrà più il passo delle monregalesi e insegue le cuneesi portate avanti da Hardeman e Molinaro: 15-19. Non scuote neanche il discrezionale voluto da Amadio sul 16-20. I punti finali (due) della Sigel sono a firma di Caruso. Chiudono il set un attacco centrale di Mazzon e il punto di Taborelli in salto: 19-25. 
 
Intervista/e postgara:
Davide Delmati, allenatore della Lpm Bam Mondovì:
“Nella prima parte di partita abbiamo riscontrato degli errori un pò di troppo nella battuta. Nel muro/difesa, tra i fondamentali che prediligiamo, ci siamo disimpegnati come sappiamo e superato la difficoltà iniziale avuta nella seconda e terza frazione, ma abbiamo ripreso le redini del gioco e ricominciato a macinare punti. Sulla situazione di contrattacco e le qualità offensive delle singole ci hanno avvantaggiato e mandato in porto una vittoria su un campo difficile. Vorrei ringraziare le tifoserie gemellate delle due squadre e ci terrei a sottolineare l’omaggio de “Gli Irriducibili” con prodotti culinari del luogo”.
Daris Amadio, tecnico della Sigel Marsala, non utilizza mezzi termini per il K.O. delle sue azzurre:
“Mi vergogno del mio lavoro e della prestazione della squadra quest’oggi. Chiedo scusa ai tifosi e alla Società per quanto visto”
UFFICIO STAMPA SIGEL MARSALA VOLLEY

Fonte : LegaVolley Femminile – NEWS