Igor, a Cremona arriva il decimo successo consecutivo

Decimo successo consecutivo per la Igor di Stefano Lavarini, che a Cremona superano Casalmaggiore in quattro set, trascinate da un’ottima Smarzek (24 punti, top scorer del match) e dalla solita Herbots (18 punti e titolo di MVP dell’incontro, con una positività offensiva prossima al 50%).

Casalmaggiore in campo con Rosamaria opposta ad Ananda, Stufi e Melandri centrali, Kosareva e Bajema schiacciatrici e Sirressi libero; Novara con Smarzek in diagonale alla regista Hancock, Bonifacio e Chirichella al centro, Herbots e Bosetti in banda e Sansonna libero.

Parte forte Casalmaggiore, che si porta 5-3 con Kosareva e allunga ancora prima con Bajema a muro (8-5) e poi con il tocco a rete di Melandri (11-7) che costringe Lavarini a fermare il gioco. Kosareva scappa +5, Bosetti trova tre ace in successione (12-11) e, dopo il timeout di Parisi, Smarzek firma una tripletta con un muro e due attacchi vincenti, per il 13-15 che innescano una fase combattuta che regge fino al 19-20. Il turno in battuta di Hancock (ace, 19-24) scava il solco decisivo con Bosetti che concretizza in parallela una gran difesa di Sansonna (19-25) e chiude il set.

Novara riparte con due ace di Hancock (che così arriva a quota 41 in stagione, “pareggiando” il proprio record personale stabilito nelle annate 2017-2018 e 2018-2019), Casalmaggiore reagisce due volte e prima fa 4-4 e poi 8-8 dopo il nuovo tentativo di allungo di Chirichella (5-7). Bosetti tramuta in oro una gran difesa di Herbots (9-12), Smarzek concretizza una magia di Sansonna (9-13) e l’allungo di fatto “spacca” il set con Parisi che ferma invano il gioco e rivoluziona il sestetto. Smarzek accelera ancora (10-16, poi 11-19), a muro Novara fa il resto con Hancock (12-23) e due volte Chirichella (12-25) a chiudere un parziale senza storia.

Le padrone di casa alzano il ritmo (3-1) e si affidano alla vena di Rosamaria per piazzare il primo break (5-2), mentre Novara trova il sorpasso con Smarzek (6-7), vanificato poi dall’errore di Chirichella (8-7) che propizia il break di Bajema prima di due muri di Melandri che valgono il 12-8. Le azzurre non si arrendono, Herbots trova il pari (12-12) e Smarzek addirittura il sorpasso (12-13) che innesca un punto a punto rotto solo sul 18-18. Kosareva trova l’ace del 19-18, un fallo chiamato alle azzurre e un pizzico di fortuna propiziano il break “rosa” fino al 22-18 con Novara che rientra sul servizio di Herbots (ace, 22-21). Sul più bello le azzurre sciupano troppo e Casalmaggiore trova con Rosamaria l’allungo decisivo, sul 25-22.

Dopo 20 set vinti consecutivamente (l’ultimo perso era il primo del match di Trento, vinto poi 1-3 dalle azzurre), il terzo parziale interrompe la serie positiva delle azzurre in tal senso. Galvanizzata, Casalmaggiore parte meglio e sul 9-6 scava già un piccolo solco con il muro di Melandri, sfruttando poi le difese di Sirressi e due maniout di Kosareva per portarsi addirittura 12-7. Lavarini ferma il gioco, Bonifacio e Smarzek guidano la rimonta (15-12) che però si ferma sul -2 con Herbots a segno due volte in pipe (17-15). Smarzek a muro fa -1 (18-17), Casalmaggiore ci riprova (20-17) ma è ancora Herbots a trovare l’ace del 22-21 che costringe Parisi al timeout. Le “rosa” mantengono un break di vantaggio fino al 24-22, Bosetti annulla il primo set-ball in diagonale e il secondo murando Bajema (24-24); ai vantaggi, ancora Bosetti per il sorpasso (24-25) prima di due muri di Smarzek (25-27) su Bajema e Kosareva che “fissano” il punteggio sull’1-3.

Stefania Sansonna (libero Igor Gorgonzola Novara): “Le partite nel campionato italiano non sono mai facili, nonostante i risultati delle ultime settimane sapevamo che ci aspettava una battaglia. Avevamo e abbiamo grande rispetto di Casalmaggiore, che ci ha saputo mettere in difficoltà in battuta e in attacco e da questo ne è nato qualche errore di troppo da parte nostra. Alla fine è emersa la compattezza di squadra, che ci ha permesso di portare a casa la partita. Siamo un gruppo costruito con l’obiettivo di lavorare ogni giorno in palestra per crescere e noi lo stiamo facendo divertendoci che è una cosa importantissima”.

VBC E’ Più Casalmaggiore – Igor Gorgonzola Novara 1-3 (19-25, 12-25, 25-22, 25-27)
VBC E’ Più Casalmaggiore: Stufi 7, Sirressi (L), Bonciani, Rosamaria 20, Maggipinto, Melandri 10, Vanzurova, Ciarrocchi, Ananda 1, Bajema 9, Kosareva 15. All. Parisi.
Igor Gorgonzola Novara: Populini, Herbots 18, Napodano (L) ne, Zanette, Battistoni, Bosetti 16, Chirichella 3, Sansonna (L), Hancock 7, Bonifacio 8, Tajè ne, Smarzek 24, Daalderop ne. All. Lavarini.
MVP Britt Herbots

Fonte : LegaVolley Femminile – NEWS