La Green Warriors torna da Marsala con un punto

Sorride a metà la Green Warriors Sassuolo che torna dalla lunga ed ostica trasferta a Marsala con un punto: nel recupero della nona giornata di Regular Season, le neroverdi cedono 3-2 in casa della Sigel e si mantengono al quarto posto in classifica generale a 25 punti, seguite a ruota proprio dalle siciliane (24) e con tre punti di vantaggio su Busto Arsizio, sesta.

Top scorer neroverde, capitan Dhimitriadhi che ha chiuso il match con 25 punti, di cui tre muri ed un ace ed il 50% in attacco. In doppia cifra anche Antropova con 23 punti.

 

Sigel Marsala 3

Green Warriors Sassuolo 2

Parziali 25-22 23-25 17-25 25-18 15-6

 

Cronaca del match

Con Busolini ancora a riposo, coach Barbolini scende in campo Spinello in palleggio, Antropova a completare la diagonale principale, Fornari e Civitico al centro, Salinas e Dhimitriadhi in posto quattro. Il libero è Falcone.

Per le padrone di casa, coach Amadio risponde con Demichelis in cabina di regia, Mazzon opposto, al centro Parisi e Caruso, in posto quattro Mc Call Ginnis e Pistolesi. Il libero è Vaccaro.

 

Primo set

Dopo un iniziale equilibrio (2-3), Sassuolo piazza il break con Dhimitriadhi (3-8), costringendo coach Amadio al primo time out del match. Il massimo vantaggio neroverde arriva subito dopo: ace di Antropova e 3-10. Marsala però non si scompone e accorcia 8-10 e questa volta è coach Barbolini a fermare il gioco. Ci pensa Antropova a smuovere di nuovo il punteggio delle neroverdi (8-11). Nuovo tentativo di fuga della Green Warriors, che trova il 9-13 con Civitico. Si riavvicina di nuovo la Sigel, che dimezza lo svantaggio (12-14). Mazzon riporta sotto le sue (15-16), ma Sassuolo allunga ancora: parallela di Antropova e 15-19, con la panchina siciliana che di nuovo ferma il gioco. Sul 16-20 firmato Dhimitriadhi, tutto sembra ormai fatto per le neroverdi ma Marsala non demorde ed accorcia 19-20, complici gli errori in casa neroverde. Coach Barbolini si gioca la carta time out, ma Marsala trova subito il pareggio (20-20). L’attacco di Mc Call Ginnis vale il 22-21 ed il primo vantaggio delle padrone di casa: proprio l’americana piazza il diagonale del 24-22, ma Salinas attacca out e regala il primo set alle padrone di casa (25-22).

 

Secondo set 

Dopo un avvio di set nel segno dell’equilibrio (5-5), tenta subito la fuga la Sigel: attacco di Pistolesi e 9-5, con coach Barbolini che richiama le sue in panchina. Accorcia le distanze Sassuolo con Antropova (9-7), ma le padrone di casa scappano ancora con Mc Call Ginnis (13-8). Due ace di Spinello e Sassuolo si riavvicina (13-11). L’ace di Salinas vale il – 1 e il time out per la panchina di Marsala (14-13). Il pareggio arriva sul 15-15, con Sassuolo che trova subito il + 2 con Dhimitriadhi (15-17): mani out del capitano neroverde e 15-20. Marsala dimezza lo svantaggio con la neoentrata Soleti (17-21). Il diagonale di Antropova vale poi il 18-23 e tutto sembra fatto per le neroverdi: la Sigel però non demorde e accorcia 21-23 con Pistolesi dai nove metri. La panchina sassolese interrompe prontamente il gioco ma le padrone di casa trovano il pareggio con Mc Call Ginnis (23-23). Stavolta però Sassuolo non fallisce il colpo: il muro di Civitico vale il 23-24 e le neroverdi chiudono 23-25 e riportano tutto in parità.

 

Terzo set

Primo tentativo di fuga firmato Sassuolo, con Spinello che trova subito due ace (1-4). Marsala trova presto il pareggio con Mc Call Ginnis (4-4), poi le padrone di casa mettono la testa avanti con Mazzon (7-4) e coach Barbolini ferma subito il gioco. Ci pensa capitan Dhimitriadhi con una diagonale stretta a riportare sotto le neroverdi (8-7). Il pareggio arriva sul 9-9, con l’ace di Antropova. Tenta l’allungo la Green Warriors con Dhimitriadhi, che trova gioie sia in attacco che dai nove metri (10-13). Marsala si riavvicina con Mc Call Ginnis (14-15) ma Sassuolo allunga ancora con Dhimitriadhi (15-19). Il rigore di Civitico vale il 16-21 ed il time out per la panchina siciliana. Due ace di Antropova e la Green Warriors vola (16-24): finisce 17-25 con il mani out firmato Dhimitriadhi.

 

Quarto set

Pronti via e Marsala subito il 3-0. Sassuolo ci prova con Dhimitriadhi (4-2), ma la Sigel scappa ancora: ace di Mazzon e 8-5, con la panchina neroverde che ferma prontamente il gioco. La Sigel però vola: Caruso ferma Spinello e allunga 11-4, con coach Barbolini che si gioca la carta Zojzi per Salinas. Proprio Zojzi trova l’ace del 13-9, ma le padrone di casa allungano ancora con Pistolesi (15-10). Dhimitriadhi tiene alto il gioco neroverde (15-12) e coach Amadio richiama le sue in panchina. Lo stop giova alle padrone di casa, che con Caruso in primo tempo e Pistolesi dai nove metri volano sul + 6 (19-13) e questa volta è coach Barbolini a fermare il gioco. Al rientro in campo, altro ace di Pistolesi e 20-13: Sassuolo però non si scompone e accorcia 20-17 con Zojzi e la panchina di Marsala interrompe di nuovo il gioco. La Green Warriors ci prova con Antropova (22-18), ma la Sigel chiude presto e allunga la contenta al tie break (25-18).

 

Quinto set

Il tie break è – di fatto – un monologo della Sigel:due errori tra le fila neroverdi e l’ace di Mazzon regala alle padrone di casa il 3-1. Sul 5-2 firmato Caruso, coach Barbolini ferma il gioco: al rientro in campo, Sassuolo ci prova con Dhimitriadhi (5-3). Al cambio campo, la Sigel è avanti 8-4. Marsala vola 10-4 con il muro di Caruso al termine di uno scambio lungo. Le padrone di casa sono incontenibili: due giocate di Mazzon e poi Mc Call Ginnis e la Sigel si porta avanti 13-5. Finisce 15-6 con il primo tempo di Parini.

 

Fonte : LegaVolley Femminile – NEWS