La maledizione del tie-break continua: Trento passa 2-3

Trento si conferma la bestia nera per la Valsabbina. Infatti, nonostante i 40 punti col 56% di Nicoletti, le bresciane non riescono ad imporsi, andando a perdere l’ennesimo tie-break della stagione.

 

Altro tie-break ed altra sconfitta per la Millenium, che vede l’opposizione delle trentine della Delta Despar, capaci di rialzarsi dopo un quarto set vinto dalle padrone di casa. Ultimi scambi fatali, ancora una volta, alle squadra di Veglia, la quale dimostra di mancare ancora nei momenti fondamentali del match. Peccato doppio, dato che Nicoletti ha effettuato la migliore prestazione personale della stagione con 40 punti all’attivo, registrandosi anche come una delle più ricche dell’intero campionato. Trento, invece, ha lottato col carattere dopo una situazione non semplice, andando a consolidare la classifica con altri 2 preziosi punti, che portano anche la firma dell’MVP della partita: Sofia D’Odorico.

La Banca Valsabbina sceglie di iniziare con Bechis-Nicoletti, Berti-Veglia, Jasper-Cvetnic e Parlangeli libero. Trento, invece, risponde con Cumino-Piani, Fondriest-Furlan, Melli-D’Odorico e Moro libero.
Pari iniziale fino al 5, poi Fondriest trova il primo break dell’incontro con la sua fast (5-7). Il vantaggio ospite prosegue fino al 9, dove il pari è firmato Cvetnic. Così fino al 13, poi una doppia Berti vale il +2 Millenium. Il muro di D’Odorico riequilibra la situazione (15-15), che continua tale sino al punto 18. Qui Trento alza la barricata e mura gli attacchi bresciani con Melli (18-20), obbligando Mazzola al primo time-out del match. Le Leonesse, però, non demordono mai, arrivando al nuovo pareggio col mani-out di Jasper, che invita Bertini al tempo: 22-22. D’Odorico allunga (22-24), poi la fast della capitana Fondriest vale la chiusura, nonostante il tentativo in pipe di Nicoletti: 23-25.

Brescia parte determinata in avvio di secondo parziale, con Nicoletti che sigla il 3-0. D’Odorico in mani-fuori accorcia (5-4), trovando il pari pochi scambi dopo con l’errore di Nicoletti, cui replica quello di Cvetnic: 6-7 e vantaggio trentino. La pipe di D’Odorico fa rima con 9-11, poi Nicoletti piazza un doppio ace ribaltando la situazione e portando il break in casa lombarda: 13-11. La numero 9 in maglia gialla, però, si dimostra in forma e, con 3 punti nel giro di 4 scambi, allunga il vantaggio ospite, anche con l’aiuto del muro di Furlan: 14-16 e tempo Mazzola. La Millenium però non si abbatte, bensì reagisce tirando fuori gli artigli. Nicoletti fa le veci del gruppo, trascinandolo al vantaggio che implica sosta Trentino sul 18-17. Mazzola sceglie la carta Biganzoli e questa ripaga. Il suo servizio vale il 22-19 (T-O Delta), replicato sul 23-19. La chiusura, infine, è ad opera Jasper: 25-20 ed 1-1 .

Il set vinto funge da spinta al morale delle bresciane. Dopo il pari al 5, infatti, Nicoletti trova il diagonale del +2 (7-5). Despar che però risponde immediatamente allo smacco. Doppio muro Cumino (9-10), con la regista trentina che ci prende gusto poco dopo, aumentando di un’unita la voce muri: 11-12, poi fast di Fondriest e 30” chiamati da Brescia sull’ 11-14. La pausa non sortisce gli effetti sperati, con la Millenium che continua a subire. D’Odorico firma la diagonale che vale il 12-18 e Mazzola è costretto nuovamente a fermare il tempo. Brescia scivola in basso dopo l’out di Nicoletti (14-20), al quale, però, le sue compagne sanno replicare. Jasper traina il carretto con muro-pipe al 17-20, con la stessa olandese che accorcia di nuovo il divario sul 18-20. Medesimo distacco fino al 21-23, quando la Delta trova l’allungo decisivo con la diagonale di D’Odorico che vale il 22-25.

Partenza sprint ospite ed 1-4. Il colpo stordisce, ma non abbatte. Punto dopo punto le bresciane acciuffano prima e breakkano poi le trentine: 7-5 e time-out Bertini. Il punto dà la carica alle Leonesse e lo toglie alla Despar. Il muro di Cvetnic, imitato da quello di capitan Veglia, doppiano il punteggio sul tabellone (14-7), con Trento che chiama il secondo tempo. La Banca Valsabbina, complice l’ampio vantaggio, allenta la pressione sul match, incorrendo in errori. L’ultimo, quello in rete di Cvetnic, porta il 18-12 al PalaGeorge, con Mazzola che richiama le sue. La pausa ferma il tempo, ma non la verve trentina. L’attacco di D’Odorico prosegue la striscia sul 20-16 (tempo Mazzola), con la stessa attaccante che non intende fermarsi: 21-19. L’inerzia è ormai nelle mani trentine ed il pareggio ne è la logica conseguenza: 23-23, out Jasper. Equilibrio fino ai vantaggi finali, i quali, però, premiano Brescia, abile a chiudere 28-26 dopo il muro di un’immensa Anna Nicoletti.

La Millenium non approccia nel migliore dei modi il tie-break finale, trovandosi immediatamente sotto per 0-4 ed obbligando Mazzola al tempo. Il coach domanda e le sue rispondono presente. Bechis, in seconda, porta l’equilibrio al PalaGeorge, con lo stesso che si spinge sino agli scambi finali dell’incontro. Questi, però, vedono prevalere, ancora una volta, la grinta trentina, premiata dall’ace di Melli e dal 2-3 finale: 12-15.

Post partita

Sofia D’Odorico (Delta Despar Trentino): “Questa è stata davvero una vittoria di squadra e di carattere. Purtroppo veniamo da 10 giorni di intenso lavoro, che hanno portato gambe pesanti e perdita di lucidità in alcuni momenti chiave dell’incontro. Il duro lavoro, comunque, sono sicura che premierà tra qualche settimana. La nostra posizione in classifica non è di certo un caso: non abbiamo niente da perdere, ma, anzi, abbiamo tutto da guadagnare. Siamo qua per dimostrare quello che possiamo valere in A1, dato che veniamo tutte dall’A2”.

Giulia Angelina: “Peccato per la sconfitta finale, ma sono dell’idea che sia il momento di iniziare a guardare anche i lati negativi delle continue sconfitte ai tie-break oltre che ai lati positivi. Analizziamo molto le partite durante la settimana, ma è arrivato il momento di iniziare a guardare anche noi stessi, guardando dove sbagliamo ed in cosa manchiamo per poter arrivare alla vittoria. Dobbiamo per forza reagire adesso, prima che sia troppo tardi”.

 

Banca Valsabbina Millenium Brescia – Delta Despar Trentino 2-3 (23-25, 25-20, 22-25, 28-26, 12-15)

Banca Valsabbina Millenium Brescia: Cvetnic 14, Veglia 9, Nicoletti 40, Jasper 13, Berti 14, Bechis 1; Parlangeli (L). Angelina, Biganzoli 2. N.E. Sala (L), Pericati, Bridi, Botezat. All. Mazzola.

Delta Despar Trentino: D’Odorico 27, Furlan 5, Piani 21, Melli 15, Fondriest 10, Cumino 3; Moro (L). Trevisan 2, Ricci, Pizzolato 1. N.E. Marcone. All. Bertini.

Arbitri: Puecher Andrea e Zanussi Umberto

MVP: Sofia D’Odorico (Delta Despar Trentino)

 

Anna Nicoletti in attacco durante Banca Valsabbina Millenium Trento-Trentino Rosa (foto © Ferrari)

 

 

Fonte : LegaVolley Femminile – NEWS