La Reale Mutua Fenera Chieri ’76 lotta e spreca, l’Igor Novara vince il derby 3-0

L’Igor Gorgonzola Novara si aggiudica 3-0 anche il derby di ritorno con la Reale Mutua Fenera Chieri ’76.
Al di là della forza delle avversarie e della loro meritata vittoria, c’è più di qualche rammarico per le biancoblù che rispetto al girone d’andata giocano una partita complessivamente migliore ma nei primi due set mancano di lucidità nei momenti decisivi. La prima frazione sfugge 25-22 dopo aver rimontato da 12-6 a 18-18. Grande occasione mancata nella seconda frazione dove le chieresi sono avanti 5-12 e ancora 21-23, per avere poi la peggio 26-24. Meno combattuto il terzo set che termina 25-21.
Entrambe le squadre lamentano un’assenza al centro per infortunio, da un lato Washington, dall’altro Alhassan. Bregoli conferma lo stesso sestetto dell’ultima partita giocata il 5 dicembre, con la diagonale Bosio-Grobelna, Mazzaro e Zambelli al centro, Perinelli e Frantti in banda, De Bortoli libero, per dare poi spazio anche a Laak, Villani, Mayer e Gibertini.
A fine gara sono due le chieresi in doppia cifra: Frantti (15) e Mazzaro (12, con ben 6 muri). Fra le gaudenziane le migliori realizzatrici sono Bosetti (12) e Herbots (10). Il premio di MVP va a Battistoni che subentra a Hancock a metà del secondo set e prende per mano la sua squadra trascinandola alla vittoria.
La Reale Mutua Fenera Chieri ’76 riposerà nel turno infrasettimanale del 23-24 dicembre. Tornerà in campo sabato 26 dicembre (ore 17) al PalaFenera per l’altro derby, con la Bosca S. Bernardo Cuneo, di nuovo davanti alle telecamere di RaiSport.

Igor Gorgonzola Novara-Reale Mutua Fenera Chieri ’76 3-0 (25-22; 26-24; 25-21)
IGOR GORGONZOLA NOVARA: Hancock 2, Smarzek 9, Chirichella 6, Bonifacio 7, Caterina Bosetti 12, Herbots 10; Sansonna (L); Battistoni, Populini 1, Daalderop 7. N.e. Zanette, Tajé, Washington. All. Lavarini; 2° Baraldi.
REALE MUTUA FENERA CHIERI 76: Bosio, Grobelna 8, Mazzaro 12, Zambelli 6, Frantti 15, Perinelli 9; De Bortoli (L); Mayer, Laak, Villani 1, Gibertini (2L). N.e. Alhassan, Meijers, Fini,
All. Bregoli; 2° Sinibaldi.
ARBITRI: Simbari di Milano e Rossi di Sanremo.
NOTE: durata set: 27′, 30′, 28′. Errori in battuta: 5-7. Ace: 4-1. Ricezione positiva: 54%-49%. Ricezione perfetta: 41%-36%. Positività in attacco: 40%-38%. Errori in attacco: 9-9. Muri vincenti: 8-10. MVP: Battistoni.

La cronaca
Primo set – Parte meglio Novara che costringe coach Bregoli a chiamare il primo time-out già sul 4-1. È dopo il secondo time-out, sul 12-6, che Chieri inizia a trovare il ritmo. Dimezzato lo svantaggio da 13-7 a 13-10 con Perinelli e Frantti, le biancoblù crescono nel muro-difesa e agganciano la parità a 18 con un muro su Smarzek. Nei due scambi successivi le chieresi pasticciano un po’ e Novara subito ne approfitta, per chiudere alla prima palla set con un muro di Smarzek su Frantti. Le migliori realizzatrici sono Herbots (6) e Frantti (7).

Secondo set – Rispetto alla prima frazione le parti si invertono. Chieri inizia molto bene (1-4) e tocca il distacco massimo di 7 punti sul 5-12 (Zambelli). Lavarini inserisce prima Daalderop per Herbots, poi Battistoni per Hancock. Il doppio cambio dà i suoi effetti, Novara recupera e proprio com’era successo nel primo set il punteggio torna in parità a 18 (Bosetti). Sul 21-21 Frantti e un muro di Mazzaro ridanno il doppio vantaggio alle biancoblù, le gaudenziane rispondono con Bonifacio e Daalderop. Sul 23-23 Grobelna, senza muro, mette troppa foga e attacca lungo. Restando aggrappate con le unghie al set Chieri realizza il 24-24 con Perinelli, poi il servizio sul nastro di Frantti e la diagonale fuori di Perinelli regalano il 26-24 alle padrone di casa.

Terzo set – Nel sestetto di Novara vengono confermate Daalderop e Battistoni, mentre fra le fila di Chieri c’è la novità Gibertini per De Bortoli. Con un po’ di tira e molla, il punteggio resta in bilico fino al 12-12. Qui Lavarini rimanda in campo Herbots e con un break di 4 punti Novara scappa via (17-13). Al recupero di Chieri (19-17) segue un nuovo allungo della Igor (24-19). Frantti e Mazzaro allungano due palle match, poi il servizio lungo di Bosio fa scendere i titoli di coda sul 25-21.

Fonte : LegaVolley Femminile – NEWS