Roma cede a Mondovì sul taraflex di casa (1-3)

Nella quarta giornata di ritorno della regular season, l’Acqua & Sapone Roma Volley Club trova la prima sconfitta in casa contro una LPM Mondovì che dopo quaranta giorni di lontananza dal campo torna e ritrova subito il ritmo gara. 2-3 (25-14; 25-20; 22-25; 15-25; 9-15) è il risultato del match di stasera. Roma incassa il colpo e si prepara per tornare al Pala Fonte martedì 8 dicembre per l’appuntamento con il Club Italia che, nella giornata di oggi, ha vinto al tie-break contro Olbia 3-2.
Cristofani schiera Guiducci al palleggio, Adelusi opposto, i centri Cogliandro e Rebora, le attaccanti Arciprete e Papa, Spirito è libero. Dall’altra parte della rete, LPM Mondovì parte con Scola in cabina di regia, Taborelli opposto, Tanase e Hardeman schiacciatrici, al centro Mazzon e Molinaro e De Nardi libero.
L’incontro inizia con l’accelerazione di Roma che con i muri e gli attacchi ficcanti dei centri Rebora (12 punti con il 60% in attacco) e Cogliandro (7) si porta subito a +9 (16-7) costringendo coach Delmati a giocarsi due time-out nella prima metà del set. Le buone riprese di De Nardi non bastano a Mondovì per portarsi avanti. A siglare la frazione di gioco c’è Papa che in battuta manda in cofusione la formazione avversaria conquistando il primo break (25-14). Il secondo inizia con ritmi diversi, ma sempre a favore per le padrone di casa che, dopo una contrazione iniziale, si fanno forte delle difese da manuale di Spirito e dell’ottima distribuzione di Guiducci con Adelusi (20 punti con il 41% in attacco) che segna il 25-20. Avanti 2-0, Roma viene subito fermata da Mondovì. Le ragazze guidate da Cristofani partono in salita a -6 (4-10), complici le coppie Mazzon-Molinari e Taborelli-Tanase che sbracciano e portano le piemontesi a conquistare il terzo parziale 22-25. La partita si riapre, ma ancora la formazione guidata da Delmati trasforma in punto ogni palla che gli passa sotto mano e va a segno. L’ipotesi tie-break si materializza quando il primo set point è per Mondovì (24-15) che conclude lasciando a -10 Roma (25-15). Il quinto set è la fotocopia di quello precedente: l’americana Hardeman (15 punti) e Mazzon (13 punti) servite entrambi da Scola spingono e siglano il match sul 9-15.
Andrea Mafrici, secondo allenatore di Roma, commenta così il match:
“Dopo l’avvio, siamo un po’ calati. Forse potevamo spingere di più in battuta e alcune situazioni in attacco sono state gestite male. Date le nostre condizioni fisiche, sapevamo che arrivare a un quarto o quinto set ci avrebbe messo in difficoltà. Non è certo una scusa, ma è indubbio che in parte abbia influito, senza nulla togliere all’ottima prestazione di Mondovì. Dobbiamo trovare sicuramente più continuità sul nostro cambio palla soprattutto nelle situazioni di difficoltà e spingere di più nelle fasi di contrattacco dove possiamo e dobbiamo sprecare meno. Bisogna lavorare su ciascuno di questi aspetti e ritrovare la continuità che avevamo prima dello stop a causa del covid. È sempre un punto preso: guardiamo il bicchiere mezzo pieno e torniamo a lavorare come abbiamo sempre fatto”.

Acqua & Sapone Roma Volley Club – LPM Mondovì 2-3 (25-14; 25-20; 22-25; 15-25; 9-15)

ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB: Anna Adelusi 20, Guiducci Gaia 1, Papa Valeria 15, Arciprete Alessia 8, Cogliandro Asia 7, Rebora Sofia 12, Diop Bintu 8, Spirito Ilaria (L), Purashaj Roberta, Consoli Claudia 4, Giugovaz Linda. Non entrate: Bucci Giulia (L). All. Luca Cristofani Vice All. Andrea Mafrici

LPM BAM MONDOVI’: Taborelli 13, Scola 8, Bonifacio 1, Mazzon 13, De Nardi (L), Hardeman 15, Bordignon, Molinaro 9, Tanase, Serafini. Non entrate Midriano, Mandrile (L)All. Davide Delmati  Vice All.: Claudio Basso

Fonte : LegaVolley Femminile – NEWS