Santo Stefano deludente: netta sconfitta biancorossa a Mondovì

Santo Stefano decisamente amaro per la Futura Volley Giovani, che incassa un pesante 3-0 sul campo della Lpm Bam Mondovì e non riesce a porsi al livello delle lanciatissime padrone di casa.
Senza Frigo – out nei recuperi del girone di andata – e con Giuditta Lualdi tornata a far coppia con Veneriano, il pensiero della Futura di portare via punti dal PalaManera dura di fatto un solo set, ossia il primo: una grande partenza e una fase offensiva in palla (45%) hanno portato ad un finale indeciso, in cui Busto ha visto ancora una volta materializzarsi i propri fantasmi vedendo sfuggire una frazione ben giocata. Nel secondo parziale, a senso unico già dal 7-4, non sono bastati i numerosi cambi orchestrati da Lucchini (Zingaro, Sormani, Vecerina e Anna Lualdi) a salvare la situazione; non è stata sufficiente neanche la rimonta nella parte conclusiva del terzo set, con Zingaro e Vecerina stabilmente in campo, dove le Cocche sono riuscite ad arrivare fino a due punti di distacco (22-20) prima di perdere definitivamente contatto nel finale.
Per le padrone di casa, una grandissima partita di Taborelli (18 marcature e 47% offensivo) e della palleggiatrice Scola, nominata MVP; per la Futura, con la rientrante Latham autrice di 10 punti ma meno aggressiva in battuta rispetto alle ultime uscite, anche il minimo stagionale a muro (solo 2 block-in a segno). E’ necessario resettare tutto e recuperare le forza per il match di mercoledì prossimo a Sassuolo, autentico crocevia stagionale.

PRIMO SET: Latham ritrova lo starting six e si posizione in diagonale a Nicolini; Giuditta Lualdi e Veneriano compongono la coppia centrale, Carletti e Michieletto sono in posto 4, Garzonio completa la formazione di partenza. Mondovì risponde con le coppie Taborelli-Scola, Mazzon-Molinaro, Hardeman-Tanase più De Nardi libero. Anche grazie a due infrazioni delle padrone di casa la partenza è tutta bustocca (0-3), Carletti pizzica le mani del muro e il divario aumenta (1-5); la Lpm accorcia murando Lualdi (3-5), Taborelli spedisce out il pallone del 5-7. La battuta vincente di Michieletto riporta Busto a +3 (7-10), divario confermato dal diagonale strettissimo messo a terra da Latham (9-12); l’attacco biancorosso funziona e anche Lualdi va a segno da posto 2 (11-14), le padrone di casa puniscono però una ricezione imprecisa e si riavvicinano (13-14) per poi ribaltare il risultato con l’ace di Mazzon (15-14, timeout Lucchini). Il rientro in campo – con Sormani a rinforzare la retroguardia – vede il servizio di Nicolini a segno per il nuovo pari (16-16); la doppietta di Veneriano mantiene in scia la Futura (18-18) e il set prosegue in equilibrio, con le biancorosse che si riaffacciano in avanti con Latham (20-21). Sul 22-22 un sanguinoso errore di formazione costa un punto alle ospiti (23-22); Mazzon trova il set-point attaccando in primo tempo (24-23), Taborelli chiude (25-23).

SECONDO SET: Inizio set ancora di marca bustocca, con Carletti e Veneriano (muro) a incidere nelle prime battute (0-3); due errori offensivi biancorossi riequilibrano il punteggio (3-3), Mondovì sorpassa con Taborelli (5-4). Sul 7-4 Lucchini preferisce vederci chiaro e ferma il gioco, ma il divario aumenta con la Futura che non riesce più a mettere palla a terra (Taborelli, 10-5); le Cocche forzano troppe soluzioni e gli errori aumentano, sul 13-6 Zingaro prende il posto di Michieletto e va immediatamente a segno. La marcia della padrone di casa prosegue con Molinaro (16-8), nelle due azioni successiva Anna Lualdi e Vecerina entrano in campo per Nicolini e Carletti; Latham chiude bene da posto 2 ma il divario è enorme (20-11), Taborelli conclude una lunga azione per il 22-12. L’attacco messo out da Tanase porta le squadre sul 23-15; Anna Lualdi serve troppo lungo e concede il set point alle avversarie (24-15), Taborelli va quindi a segno nel rally successivo (25-15).

TERZO SET: Zingaro sostituisce Michieletto nel sestetto di partenza, l’avvio è però delle padrone di casa che piazzano l’ace con Scola (4-2); la Futura ritrova il punto sul 6-3 con un colpo d’astuzia di Zingaro, Hardeman sale in cattedra e firma la doppietta che porta all’8-3. Le biancorosse tornano in corsa con Carletti (diagonale e ace, 10-7), la Lpm firma però un altro break grazie alla battuta vincente di Molinaro (13-9); Giuditta Lualdi salva un pallone con il piede ma non può impedire la marcatura monregalese (14-10). La solita Taborelli trova le mani del muro e realizza il +5 per le padrone di casa (17-12), Vecerina – entrata in sostituzione di Latham  – accorcia (17-13); Zingaro chiude una splendida azione e mantiene accesa la fiammella della speranza (19-15), le biancorosse accorciano ulteriormente da posto 4 e Delmati decide di chiamare una sosta (20-17). Hardeman punisce la pur buona difesa bustocca per il 22-18, Busto non si arrende e con il muro di Nicolini rientra a -2 (22-20); nell’interminabile azione seguente è Mondovì a spuntarla (23-20), Mazzon trova il match-point (24-21), il primo è annullato da Vecerina (24-22) ma è Taborelli a chiudere l’incontro (25-22).

LE INTERVISTE

Elisa Vecerina (schiacciatrice Busto Arsizio): “Non era una partita facile e ce la siamo giocata bene nel primo set, ma ci manca testa nei momenti difficili. La grinta fa tanto e spesso è una caratteristica che non vedo, spero che si possa trovare un equilibrio per le prossime partite”.
Martina Veneriano (centrale Busto Arsizio): “L’abbiamo buttata via nel primo set, è una scena già vista: abbiamo perso per mancanza di concentrazione contro una squadra che in quel momento era alla nostra portata, poi è cresciuta anche grazie ai nostri errori. La partita è sfuggita perché abbiamo perso lucidità in battuta, la rimonta del terzo set è positiva”.
Matteo Lucchini (coach Busto Arsizio): “Sono deluso, non siamo mai stati in partita a parte il primo set dove le avversarie ci hanno concesso qualcosa. Mi spiace dirlo ma oggi è una bocciatura piena per noi, non è possibile presentarsi e giocare in questa maniera; in genere i cambi obbligati di modulo servono da stimolo, non per realizzare delle prestazioni come questa. Ora dobbiamo rimetterci in pista e concentrarci su Sassuolo”.

TABELLINO:

Lpm Bam Mondovì – Futura Volley Giovani 3-0 (25-23, 25-15, 25-22)

Lpm Bam Mondovì: Taborelli 18, Scola 4, Midriano ne, Bonifacio, Mazzon 8, De Nardi (L), Hardeman 9, Bordignon, Molinaro 9, Tanase 6, Mandrile ne, Serafini ne. All. Delmati. Battuta: errate 12, ace 5. Ricezione: 62% positiva, 28% perfetta, errori 3. Attacco: 43% positività, errori 6, murati 2. Muri: 5.
Futura Volley Giovani: Veneriano 5, Nicolini 2, Michieletto 2, Vecerina 2, Latham 10, A.Lualdi, G.Lualdi 9, Sormani, Carletti 5, Garzonio (L), Zingaro 6. All. Lucchini. Battuta: errate 8, ace 3. Ricezione: 50% positiva, 31% perfetta, errori 5. Attacco: 33% positività, errori 12, murati 5. Muri: 2.

Dario Cordella
Futura Volley Giovani
(foto Giovanni Pini)

Fonte : LegaVolley Femminile – NEWS