Serie C: in campo solo il Girone B

Girone B protagonista assoluto nel prossimo turno di Serie C in programma l'1 novembre. In campo dunque solo il raggruppamento a tredici squadre per la quarta giornata, calcio d'inizio alle ore 14.30 ad eccezione di Venezia-Atletico Oristano alle 15.30. In questo turno riposerà il Padova, mentre la sfida Permac Vittorio Veneto-Le Torri è stata rinviata al prossimo 6 gennaio per accordo tra le due società. Nelle cinque le partite di domenica spazio ai derby di Trento e Bolzano. Al Comunale di Mattarello andrà in scena Trento-Isera: la formazione gialloblu è reduce dall'importante vittoria in casa del Brixen Obi che ha fruttato l'aggancio diretto in classifica, dall'altra parte le ragazze di mister Slomic dovranno riscattare la pesante sconfitta interna col Venezia.

Ci lascia Martino Brumana, papà di Paola e anima del Como 2000

Si è spento improvvisamente all’età di 79 anni il papà di Paola Brumana, bomber e fantasista del calcio femminile Italiano. Si era avvicinato al calcio in rosa grazie alla figlia, Paola Brumana (ex calciatrice con le maglie di Como, Verona, Tavagnacco e la Nazionale italiana), poi aveva sempre supportato il Como 2000 di cui non si perdeva nemmeno una partita. “Era l’anima della società – ricorda Silvano Cozza che nella Fcf Como 2000 ha ricoperto il ruolo di direttore generale – . Per lui il giorno della partita era sacro: andava avanti e indietro per il campo, era un tifoso appassionato.

Cosa serve alle Azzurre per andare all’Europeo senza play off?

Dopo il ko a Empoli, la qualificazione all’Europeo dipenderà dall’ultima sfida in casa della Danimarca, in attesa del recupero con Israele e della conclusione degli altri gironi. Tre seconde passano direttamente, le altre ai play off: la quota è al momento a 19 punti, alle Azzurre serve almeno un punto a Viborg. La qualificazione all’Europeo per le Azzurre si fa più complicata ma non è certo compromessa dopo il ko di martedì a Empoli con la Danimarca: la corsa verso l’Euro Femminile 2022 passa infatti da alcuni calcoli decisivi per capire quali saranno le 3 seconde classificate che accederanno direttamente alla Fase Finale in programma in Inghilterra tra due anni senza passare dai play off.

DCF-FIGC: prima la salute, sospeso il Campionato Primavera

La decisione è stata presa alla luce delle condizioni di incertezza conseguenti all’emergenza COVID-19 e dell’incremento del numero dei contagi tra le calciatrici.Considerate le attuali condizioni di incertezza conseguenti all’emergenza epidemiologica da COVID-19 e l’incremento del numero dei contagi tra le calciatrici, la Divisione Calcio Femminile ha disposto e ufficializzato la sospensione del Campionato Primavera.

Euro 2022: Danimarca, Norvegia, Svezia, Olanda e Germania qualificate alla fase finale

Danimarca, Norvegia, Svezia, Olanda e Germania si sono qualificate alla fase finale. Le qualificazioni a UEFA Women's EURO 2022 sono in corso con 47 squadre (un record) in corsa per 15 posti nella fase finale che si giocherà in Inghilterra (già qualificata come nazione ospitante) dal 6 al 31 luglio 2022. Gruppo A: Olanda (campione in carica, qualificata), Russia, Slovenia, Turchia, Kosovo, Estonia, Le campionesse in carica dell'Olanda hanno battuto l'Estonia per 7-0, centrando l'ottava vittoria consecutiva nel girone e blindando la qualificazione. La Russia ha sconfitto la Slovenia per 1-0, mentre martedì ha superato la Turchia per 4-2 e ha confermato il secondo posto in virtù della sconfitta del Kosovo per 6-0 contro l'Olanda.

La classifica sorride al Tavagnacco: capolista virtuale in compagnia del Pomigliano

Le campane devono recuperare una gara. Un dato di fatto che rende orgogliosi, ma al quale va dato il giusto peso: siamo solo alla sesta giornata.Godersi il momento da lassù. Sono passate sei giornate, il Tavagnacco è in testa alla classifica a pari merito con il Pomigliano che però ha una gara in meno. Undici punti per entrambe con le campane che devono recuperare la sfida contro Perugia.

Tuona Mister Chiesa: “pronti per Bisceglie, ma sarebbe meglio fermarsi fino a che il virus non darà tregua. Così non è più Calcio a Cinque”

Mai scontanto, mai banale, senza peli sulla lingua. Mister Chiesa pronto a ripartire dopo lo stop forzato, spettatore attento nell’osservare le rivali che sono potute scendere in campo, ma anche idee precise sul futuro di un campionato incerto e svuotato di quegli aspetti sportivi portanti del futsal femminile. Mister esordio in campionato che è purtroppo slittato di due settimane però se vediamo le cose da un’altra prospettiva possiamo dire che avete avuto più tempo, te insieme al tuo staff di vedere all’opera tutte le squadre (o quasi) che parteciperanno a questo campionato. Dopo queste prime due giornate cosa ci puoi dire su questa competizione? Ci sono sorprese o sta andando tutto secondo quanto avevate pronosticato?

Napoli Femminile: positive altre 6 calciatrici e 1 dirigente dello Staff Tecnico

Il Napoli Femminile rende noto che, in seguito ai tamponi effettuati ieri, sono risultate positive al Covid-19 altre sei calciatrici e dunque il numero delle tesserate della prima squadra che hanno contratto il virus sale a sette. Positivo anche un membro dello staff tecnico. Di conseguenza, permane l’isolamento domiciliare per tutti gli altri appartenenti al gruppo squadra, che saranno nuovamente sottoposti a tampone naso-faringeo. Restano sospesi gli allenamenti.

Qualificazioni Euro 2022, Danimarca troppo forte: Azzurre sconfitte 3 a 1

La prima battuta d’arresto delle Azzurre complica, ma non pregiudica, il cammino verso la qualificazione all'Europeo 2022 in Inghilterra. Ieri allo Stadio Castellani di Empoli, l’Italia si è arresa ad una più forte (nel reparto offensivo) Danimarca per 3-1. Le nordiche sono apparse, sin da subito, più determinate, ben disposte in campo e con fraseggi in velocità, anche per merito di alcune individualità, sono riuscite a prendere in mano il gioco.La prima rete, a sorpresa, avviene a seguito di una indecisione di Giuliani e Girelli. La seconda è da applusi: cross teso dalla destra, Nadim in tuffo anticipa Giugliano e insacca. Harder, Nadim con Larsen, Svava e Sorensen hanno fatto la differenza su di un'Italia che ha giocato la sua