Tre punti di platino. Ora è legittimo sognare

Le azzurre di coach Amadio escono da un nuovo incontro di campionato con tra le mani un’altra vittoria! Questa volta nel piccolo impianto di casa. La seconda consecutiva da tre punti se consideriamo l’affermazione non più tardi di sabato scorso sul campo di Torino. Tra Sigel Marsala e Futura Volley Giovani Busto Arsizio, gara valevole per il campionato nazionale di serie A2, si consuma un epilogo analogo alla gara di andata disputata nel Varesotto non solo nel punteggio finale e nelle emozioni scaturite. Ma seguendo, inverosimilmente, la stessa traccia, gli sviluppi e l’evoluzione dei parziali. Termina tre set a uno in favore di Marsala. Oggi come allora. La Sigel fa cadere la serie utile di Busto che si ferma a tre partite. Così la successione set al PalaBellina: [25/23; 19/25; 25/20; 25/21]. Vivace e sfrontata la Sigel ammirata nel primo set che, dopo avere dominato in lungo e in largo e poi attraversato un finale difficoltoso, trova il bandolo della matassa ed evita di far protrarre la frazione ai sempre insidiosi vantaggi. Si rifanno e reagiscono nel secondo atto le Cocche brave a chiudere sul 19-25. Terzo e quarto set dopo fasi iniziali nel segno dell’equilibrio, esce alla grande la Sigel che supportata dalla buona vena realizzativa delle sue attaccanti (e dal grande impatto avuto in partita da Giorgia Mazzon, attaccante classe 1998 di Cittadella che ha martellato da posto due con veri e propri fendenti) non ci mette poi molto a portare a casa una vittoria fondamentale per inseguire il “treno” chiamato Sogno Playoff. Migliori score nel Marsala li fanno registrare Gillis 20 punti, Mazzon 17, Pistolesi 13. Per Busto da sottolineare i 16 punti di Lualdi, top-scorer per le biancorosse.
Starting-six: 
Futura Volley Giovani Busto Arsizio, compagine oggi ospite al PalaBellina, viene così disposta in campo da coach Matteo Lucchini: Nicolini in diagonale con Giuditta Lualdi nell’insolito ruolo di opposto; centrali Frigo e Veneriano; bande Michieletto e Carletti; libero Barbara Garzonio. Nelle fila della Sigel un solo cambio rispetto alla larga vittoria fuori casa sul Cus Torino con Giulia Caserta al centro preferita a Sara Caruso. Queste le diagonali inviate in campo da coach Amadio: Demichelis/Soleti; Caserta/Parini; Pistolesi/Gillis; libero Simona Vaccaro. Gara dell’ex per Aurora Pistolesi con le cui Cocche ha centrato la Pool Promozione lo scorso anno.
La Cronaca:
Avvio di gara che vede il punto di Lualdi con un muro e fuori: 0-1. L’azione successiva è un errore in attacco di Federica Carletti: 1-1. La Sigel prende l’iniziativa da subito, Futura insegue: il 3-1 è una diagonale di Gillis. Con gioco lineare e ben distribuito dalla regia di Demichelis Marsala, trascinata soprattutto dai punti di Gillis, stacca sul +5 le varesotte: 10-5 (fast di Caserta) e timeout della Futura. Al ritorno in campo due punti di fila realizzati da Busto accorciano il gap: 10-7. La Sigel affronta una fase centrale davvero solida: i timbri di Caserta, Soleti e doppio Gillis fanno volare la Sigel. Sul 16-11 primo cambio tra attaccanti di posto quattro operato dalle ospiti: Zingaro rileva Michieletto (sostituzione chiusa nel giro di pochi scambi) . Al diciassettesimo punto Sigel la panchina di Busto si affida all’ultimo discrezionale a sua disposizione: 17-12. Marsala si indirizza verso il finale di frazione firmando un break di cinque punti a zero presa per mano dagli stampi di Pistolesi e Gillis: 21-12. Sulla situazione di 21-12 viene giocato uno scambio lunghissimo e difeso bene dalle due squadre messo giù da Busto Arsizio. Dopo la realizzazione del 21-13 è Busto a firmare un controbreak di otto punti con Lualdi principale finalizzatrice del gioco espresso da Nicolini: 21-19 e primo timeout Sigel. La Sigel tutto ad un tratto si trova in difficoltà e a difendere con le unghie il risicato vantaggio. Fa ingresso anche Caruso al posto di Caserta. Parini fa giungere la sua squadra al punto numero ventidue. Da qui a poco non solo il punteggio fa come un’altalena, ma Busto raggiunge la squadra di Amadio sul 23-23, che arriva dopo un’azione discussa con parte lesa Ilaria Demichelis dopo la decisione dell’arbitro di sedia di non assegnare il punto del 24-22 a Marsala. Marsala però si ricompone per questo finale e scongiura i vantaggi: 25-23.
 
Comincia meglio la Futura il secondo set: 5-8. Fa valere sempre quei tre punti di vantaggio Busto ai passaggi dell’11-14 (time-out Sigel) e del 15-18. Busto sicuramente portata in alto dai punti di Giuditta Lualdi. Prova Marsala a riordinare le idee anche con l’ingresso in campo Mazzon rileva Soleti. La Futura però si ritrova ad amministrare e la Sigel a vestire i panni di chi le corre dietro: 18-22. Il ventitreesimo punto biancorosso è firmato da Michieletto. I timbri finali per la conquista del set per le ospiti arrivano direttamente dai due centri. Il 24-19 è a firma Veneriano. Il 25-19 giunge dopo un attacco di Marsala murato da Frigo. Conteggio in parità dei set.
Nel terzo set, Marsala conferma Mazzon e spedisce in campo Caruso al posto di Caserta. Riscontra un buon inizio Marsala con il triplo punto di Mazzon: 3-2. Il 4-2 è una soluzione d’attacco di Aurora Pistolesi, mentre il punto del nuovo vantaggio Sigel è sempre di Giorgia Mazzon: 5-4. Equilibrio che permane a metà frazione quando sul 15-14 viene fischiata una doppia a Cecilia Nicolini, palleggiatrice ospite. A un nuovo punto Sigel, quello del 17-15, Lucchini opta per il cambio Sormani, un libero, per Lualdi. Cambio giustificato perchè la difesa bustocca è continuamente messa in affanno dalle schiacciate di Pistolesi e soprattutto Mazzon. Termina 25-20 per effetto del doppio punto di Giorgia Mazzon.
 
Sempre della partita Mazzon, tra le ospiti il quarto gioco che poi si rivelerà l’ultimo giocato si riparte sulla stessa falsariga di quello precedente. In apertura, pronti via grande muro di Mazzon: 2-1 Marsala che inanella punti su punti e Busto ad inseguire: 5-2. L’8-4 e il 9-5 vengono realizzati da tocchi di seconda sul campo avversario delle rispettive registe, Nicolini per Busto, Demichelis per Marsala. Le sigelline ancora determinate a chiudere al quarto con Ace di Pistolesi del 18-12. Attacco fuori di Busto Arsizio ed è 19-12. L’azione successiva vede Busto Arsizio realizzare il punto del 19-13. Gillis porta al ventesimo punto la Sigel. Scambio entusiasmante quello che si gioca sulla situazione di 21-20 con Gillis a togliere le castagne dal fuoco alla sua squadra. Attacco out in fast di Frigo e Marsala si porta sul 23-21 e in una condizione di chiaro vantaggio, anche psicologico. Il 24-21 ennesimo muro e fuori realizzato da Giorgia Mazzon. Il 25-21 che attribuisce a Marsala il singolo parziale e la vittoria da tre punti arriva da un errore in attacco di Michieletto.
Onore e merito alle avversarie andate sopra i venti punti nei tre set in cui è uscita perdente. Ma c’è da dire che la Sigel ha avuto continuità di gioco in un match ad alto coefficiente di difficoltá, andandosi a prendere tre punti inseguiti fino all’appello del quarto gioco in cui l’ha portata Busto. Domenica 13 dicembre, altra gara interna per la Sigel. In città arriva Lpm Bam Mondovì dell’ex Veronica Taborelli.
 
Interviste post/gara:
Daris Amadio, allenatore della Sigel Marsala Volley, nella lucida analisi post-partita :
Mi congratulo con l’avversario che è venuto a giocare una bella gara a Marsala – le parole dell’head coach lilybetano – Da parte nostra oggi ho visto buone ed interessanti uscite d’attacco tramutarsi in punti che mi hanno soddisfatto e questa partita ci dice che nella ricezione, seppur resta un fondamentale da migliorare, stiamo compiendo progressi rispetto all’inizio dell’annata e vi sono le basi per lavorarci ancora. Ho assistito a una partita con due squadre che hanno difeso tanti palloni. Non additerei alla sola componente della fortuna l’esserci aggiudicati i finali di set, ma piuttosto la compenserei con il merito che è innegabilmente abbiamo avuto. Vorrei prendere in riferimento il quarto set in cui, nel loro migliore momento, ci siamo ritrovate e abbiamo eseguito il nostro gioco”.
Coach Matteo Lucchini “a caldo” commenta la prova del suo team:
L’approccio è contato in una partita comunque equilibrata. La Futura e il sestetto di Marsala si somigliano per gioco e filosofia – la disamina di coach Matteo Lucchini -. Nel piano di gioco che avevamo accuratamente preparato abbiamo provato a fare bene in un aspetto e ci siamo ritrovati a non eseguirlo. Mi riferisco al servizio, fondamentale nel quale non abbiamo iniziato bene e che ci ha condizionato per tutto il primo set. Poi siamo andati in crescendo sul servizio e rimasti sul pezzo grazie al muro/difesa, alla lunga tra i nostri punti di forza. Un ruolo nella vittoria di Marsala l’ha avuto Mazzon che oltre ad entrare bene, ha spaccato in due la partita. Nel finale di quarto set le forze ci sono venute meno e il rammarico è non aver potuto prolungare, come accaduto all’andata, al quinto la partita e muovere la classifica sia nell’uno che nell’altro caso. La maggiore lucidità di Marsala ha fatto il resto. Arriviamo comunque da un periodo in cui non è stata una costante poter giocare. Stessa cosa non può dirsi di Marsala che quasi assiduamente è scesa in campo”.
Tabellino. Sigel Marsala Volley-FVG Busto Arsizio: 3-1 [25/23; 19/25; 25/20; 25/21]
Sigel Marsala Volley: Caserta 4, Demichelis 3, Gillis 20, Parini 5, Soleti 7, Pistolesi 13, Vaccaro (L), Mazzon 17, Caruso 3. ne: Colombano, Mistretta, Nonnati. Coach: Daris Amadio. vice: Francesco Campisi
FVG Busto Arsizio: Michieletto 13, Veneriano 9, Giuditta Lualdi 16, Carletti 2, Frigo 13, Nicolini 3, Garzonio (L), Zingaro 10, Sormani. ne: Anna Lualdi, Latham, Vecerina. Coach: Matteo Lucchini; vice: Luca Chiofalo.
Arbitri: Sergio Pecoraro di Altofonte (Palermo) e Giovanni Ciaccio di Palermo
Note: gara giocata a “porte chiuse”
Emanuele Giacalone
———————————————————-
UFFICIO STAMPA SIGEL MARSALA VOLLEY

Fonte : LegaVolley Femminile – NEWS